BUN Biblioteca Universitaria di Napoli

La biblioteca, la comunicazione, i giovani (concorso Premiamo i risultati)

A partire del 2006 la Biblioteca cura in modo particolare il rapporto con gli Istituti scolastici del territorio, specie se situati in aree di disagio socio-culturale (i quartieri di Scampia e Ponticelli, ecc.), grazie ad attività miranti ad avvicinare gli studenti alla lettura, al libro e alle nuove forme di conoscenza multimediali, nonché a promuovere l'uso consapevole della Biblioteca, dei suoi servizi e degli strumenti di informazione e ricerca da essa offerti.

A questo disegno complessivo rispondono i vari progetti realizzati nell'ambito della campagna Ottobre piovono libri promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (Le stanze di Elsa; Primo Levi: il lager, la provetta, la fabbrica; Napoli da Serao a Saviano: racconto o cronaca?; Il libro nel cinema).

Nel 2009 il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione - Dipartimento della Funzione Pubblica, ha bandito il concorso Premiamo i risultati , volto a premiare l'impegno a migliorare le performance e a valorizzare gli esempi di buona amministrazione.

La Biblioteca ha colto l'occasione, partecipando, nel 2010, al concorso con il Piano La biblioteca, la comunicazione, i giovani, la cui finalità generale è consistita nell'elaborare un modello didattico innovativo, grazie al quale fosse possibile intercettare nuove fasce di pubblico giovanile, diffondere maggiormente la conoscenza della Biblioteca e degli strumenti di ricerca bibliografica, instaurare rapporti strutturati di collaborazione con alcune istituzioni scolastiche.

Il Piano: obiettivi, fasi, risultati

Il Piano, sviluppato nella sua fase iniziale in stretta correlazione con il progetto Napoli da Serao a Saviano: racconto o cronaca?, è durato l'intero anno 2009, articolandosi in diverse attività:

  • incontri con studenti e docenti negli Istituti scolastici, centrati sul tema specifico di ricerca e sul ruolo della Biblioteca (si veda in Eventi e News);
  • visite guidate a studenti e docenti in Biblioteca col fine di illustrare le risorse della Biblioteca, il funzionamento dei servizi e le metodologie più pertinenti nella ricerca bibliografica e documentaria (si veda in Eventi e News);
  • elaborazione di opere multimediali e non da parte degli studenti, sotto la supervisione e la guida degli insegnanti;
  • creazione e implementazione di uno spazio di informazione e discussione in rete con allievi e docenti, utilizzando gli "strumenti di comunità" (blog, forum, newsletter, ecc.) della Biblioteca.

Sono stati conseguiti due significativi risultati operativi.

1) E' stato costituito il primo nucleo della "biblioteca multimediale degli utenti ", formata dai lavori prodotti dagli studenti e allocata negli spazi (sia fisici, sia, ove possibile, anche virtuali) della Biblioteca.

2) Inoltre la riflessione maturata intorno a questa esperienza, permettendoci di focalizzare meglio le esigenze degli studenti e i nodi più critici del loro rapporto col mondo delle biblioteche, ha costituito la base per la realizzazione di un primo pacchetto standardizzato di materiali didattici relativi alla Biblioteca e ai suoi servizi, che sarà adoperato nelle attività con le scuole.

Questo strumento si pone ovviamente come un work in progress, da perfezionare e mettere meglio a punto sulla scorta delle indicazioni provenienti dalle attività future.

Il Gruppo di lavoro - Contatti

Tutto il personale della Biblioteca è stato coinvolto nel Piano, a seconda delle diverse fasi o attività di volta in volta attuate.

Per l'ideazione, la progettazione, la pianificazione e l'organizzazione complessiva è stato costituito uno specifico Gruppo di lavoro composto da Raffaele De Magistris (referente), Anna Guarino (referente), Chiara Masiello, Maria Lucia Siragusa, Giovanni Spedaliere. Hanno coadiuvato il Gruppo in particolare Antonio Borrelli e Adriana Muti.

Info:
Raffaele De Magistris; e-mail: raffaele.demagistris@beniculturali.it
Anna Guarino; e-mail: anna.guarino@beniculturali.it

Menzione speciale al Progetto

Il Progetto ha ricevuto un riconoscimento particolarmente significativo. La Biblioteca è risultata infatti fra le 37 Amministrazioni pubbliche meritevoli di una Menzione speciale.

Premiamo i risultati. Menzione speciale alla Biblioteca Universitaria