BUN Biblioteca Universitaria di Napoli

Fondi speciali e testi "dimenticati"

La sezione comprende le digitalizzazioni di due tipi di testi: 

  • fondi, legati e raccolte che rivestono un particolare valore storico e bibliografico;
  • opere di intellettuali ormai "dimenticati", ma che ai loro tempi ebbero un certo rilievo e meritano pertanto di essere "riscoperti".

Tra le collezioni e i fondi di maggiore rilevanza posseduti dalla biblioteca vanno segnalati la Collezione Dantesca, il cui nucleo originario è costituito da circa 470 opere donate dal marchese Alfonso Della Valle Casanova, il Legato Imbriani, ricco di 5108 opere e 1190 opuscoli, il Legato Viti, formato da 4760 opere e circa 2000 opuscoli, il Legato De Pilla (2350 opere e 300 opuscoli) e la Miscellanea Panceri, 1583 opuscoli rilegati in 114 volumi che documentano in modo esemplare gli studi di zoologia e anatomia comparata apparsi su riviste italiane e straniere soprattutto nel periodo 1860-1875.

Il programma di digitalizzazione, avviato nel 2012, persegue due finalità: favorire la conservazione degli esemplari, preservandoli dalla consultazione diretta; rendere accessibili da remoto, sul sito della Biblioteca, alcune delle testimonianze più rappresentative di tali fondi.

Collezioni, fondi, legati 

Legato Imbriani

Miscellanea Panceri

Opere e autori dimenticati 

Samuele Falco, Poesie varie di vario stile

Imbriani logo2