BUN Biblioteca Universitaria di Napoli

Fontana del Capone

Fontana del Capone«Sul muro proprio dell’Annunziata l’acqua versavasi nella larga fonte dalla bocca di un grande mascherone, onde la chiamarono acqua del Capone» (R.D’Ambra, Descrizione della città di Napoli e delle sue vicinanze, p. 986)

Resa dal tempo esclusivamente ornamentale e recentemente restaurata, la Fontana del Capone, nasce come “fontana di servizio pubblico” per volere del Vicerè don Pedro de Toledo, secondo la caratteristica cinquecentesca di addossare le fontane a chiese e palazzi. Oltre alla funzione, il tempo ha cambiato anche il suo aspetto: Giovanni da Nola, l’artista della fontana realizzò, accanto al mascherone di marmo bianco, altri due bronzei, purtroppo perduti.

Fontana del CaponeFontana del Capone, particolare