BUN Biblioteca Universitaria di Napoli

Premessa

Cartina Napoli antica

La visita virtuale proposta dal progetto segue la prospettiva del "recollection tourism" secondo il quale i luoghi culturali di un itinerario vengono raccontati a partire da una fonte letteraria che ne riporti ricordi e suggestioni così da mostrarli in una chiave nuova.

La scelta di fonti in dialetto napoletano non è assolutamente un dettaglio. Anzi, ne è una nota caratterizzante: il dialetto napoletano, dichiarato patrimonio UNESCO, racconta un’altra eccellenza, i luoghi culturali di Napoli, com’è nelle finalità del progetto.

Il progetto è stato strutturato in tre fasi.

La prima fase è consistita nella ricerca di fonti letterarie rappresentative dei luoghi e dei monumenti di Napoli, molte delle quali tratte da "classici" della letteratura trasposti nel dialetto napoletano.  Contestualmente, oltre a una "mappatura" dei luoghi e dei monumenti, sono stati individuati modi di dire, personaggi, enogastronomie, che appartengono a pieno titolo alla cultura della città.

È seguita, nella seconda fase, una "scrematura" dei luoghi e dei monumenti per poter strutturare cinque itinerari privilegiando quelli ricchi di storia, ma esclusi dai circuiti turistici. Nonostante siano stati concepiti per una visita virtuale, i percorsi hanno reale fattibilità. Il fruitore li può effettuare, a propria scelta, seduto davanti al computer o passeggiando per vicoli e vie scegliendo singole tappe o interi percorsi.
Gli itinerari, peculiari di zone specifiche di Napoli, trovano, nel tema delle fontane, un filo conduttore.  Si crea così un intreccio singolare di storie: storie della zona e la storia delle fontane disseminate in città alle quali si aggiungono le storie dei singoli monumenti.  

Quest’intreccio ha trovato sostanza nella terza fase del progetto, quella della redazione dei testi. Le fonti, di per sé già letterarie, hanno aiutato molto a creare per ogni monumento e luogo, testi "nuovi" che, oltre a contenere notizie storico-artistiche, raccontassero aneddoti, curiosità e storie sepolte, a volte poco conosciute.