BUN Biblioteca Universitaria di Napoli

Legature pregiate dei Borbone

immagine legatureLa Biblioteca Universitaria di Napoli partecipa al progetto di apertura straordinaria Domenica di carta 2016 del 9 ottobre, promosso dal  Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con l’esposizione bibliografica: Legature pregiate dei Borbone.  
Il tema della Mostra vuole essere un omaggio ai Borbone ed in particolare al re Carlo, di cui quest’anno ricorrono i 300 anni della nascita, seguendo un percorso celebrativo che si è snodato in varie strutture cittadine.
Si propongono quindi le legature pregiate dei testi appartenuti alla Real Biblioteca Privata dei Borbone, evidenziando, sotto l’aspetto artistico, una produzione artigianale di altissimo livello che ruotava intorno alle botteghe di Largo di Palazzo a Napoli e che vedrà coinvolti orafi, incisori, doratori.  
L’esposizione inizia con le legature del Settecento, tra le prime realizzate con re Carlo, per arrivare fino al 1860, anno che segnerà la fine di una dinastia e di tutto un indotto artigianale legato alla tipografia di area meridionalistica.
I fregi in oro e argento impressi su pelli in marocchino, vitello, velluto o seta, seguono nel percorso l’evoluzione artistica di questo arco temporale che va dal neoclassicismo al romanticismo con il trionfo di roçailles, passando attraverso lo stile napoleonico e il neogotico. Un segmento dell’esposizione riguarda le legature pregiate di area siciliana, particolari per l’interpretazione artistica del fregio dorato.
Tra i legatori dei volumi in mostra, Pasquale Sebastiani, la famiglia Trani con il capostipite Angelo che ha impresso uno stile tipicamente partenopeo, Giulio Giannini, Antoine Chaumont, Federico Tavel, Alberto Detken, Pietro Landi e il fantasioso Luigi Bianconcini.scarica la locandina (jpg)